Lo Shin Bet accusa: “membri delle istituzioni israeliane al soldo dell’Iran”

Tra i membri del parlamento e di passati governi israeliani si sarebbero nascosti agenti sotto copertura stipendiati da Teheran. L’esplosiva rivelazione è stata fatta agli inizi di gennaio dallo Shin Bet, il servizio di controspionaggio dello Stato ebraico, che ha fornito alla magistratura locale un dossier su importanti personalità pubbliche sospettate di spionaggio in favore dell’Iran. Il governo Netanyahu ha assicurato che nuove indagini saranno … Continua a leggere Lo Shin Bet accusa: “membri delle istituzioni israeliane al soldo dell’Iran”

Total abbandona l’Iran. La Francia cede il passo alla Cina.

Total si ritira dall`Iran: stop allo sviluppo di South Pars, cresce l`influenza della Cina nell`area.

GAS Total si ritira dall’Iran: stop allo sviluppo di South Pars II gruppo francese Total ha deciso di ritirarsi da un progetto in Iran per lo sviluppo del giacimento di South Pars (gas), dopo la reimposizione delle sanzioni Usa per il programma nucleare di Teheran.

Il socio cinese Cnpc sembra pronto a subentrare.

II ritiro di Total dall’Iran era nell’aria da settimane, adesso è ufficiale: messa sotto pressione dal ripristino delle sanzioni americane contro Teheran, la compagnia francese rinuncia a partecipare allo sviluppo di South Pars, il giacimento di gas più grande del mondo. La sua quota nella Fase 11 del progetto finirà quasi certamente in mano al socio cinese Cnpc, rafforzando ulteriormente il ruolo chiave di Pechino per la sopravvivenza economica della Repubblica islamica.

32 casseforti custodivano i documenti sul nucleare iraniano che hanno portato gli USA a ritirarsi dall’accordo.

I documenti che hanno consetito al presidente Trump di raccogliere elementi sufficienti per decretare il ritiro dall’accordo sul nucleare Iraniano sono stati forniti dal Mossad che li avrebbe reperiti nel corso di un’operazione svoltasi lo scorso 31 gennaio in una imprecisata località della Repubblica Islamica. I documenti erano contenuti in 32 casseforti che sono state aperte utilizzando lance termiche capaci di raggiungere i 3.600 gradi, … Continua a leggere 32 casseforti custodivano i documenti sul nucleare iraniano che hanno portato gli USA a ritirarsi dall’accordo.

La Germania è la cassaforte dei fondi governativi Iraniani

IL GOVERNO TEDESCO E L’ETICA DEL DENARO La Germania eretta a potenza finanziaria che minaccia gli stati membri con l’arma dello spread trae il suo potere anche dalla gestione dell’immenso patrimonio finanziario dell’Iran, in barba alle sanzioni. Sotto indicazioni USA, le autorità tedesche sono state invitate ad indagare su un piano del governo iraniano per far volare centinaia di milioni di euro da Amburgo a … Continua a leggere La Germania è la cassaforte dei fondi governativi Iraniani