Cresce la dissidenza in Germania rispetto alle politiche della Merkel – controinformazione.info

Cresce la dissidenza in Germania rispetto alle politiche della Merkel – controinformazione.info — Leggi su http://www.controinformazione.info/cresce-la-dissidenza-in-germania-rispetto-alle-politiche-della-merkel/amp/ Continua a leggere Cresce la dissidenza in Germania rispetto alle politiche della Merkel – controinformazione.info

Total abbandona l’Iran. La Francia cede il passo alla Cina.

Total si ritira dall`Iran: stop allo sviluppo di South Pars, cresce l`influenza della Cina nell`area.

GAS Total si ritira dall’Iran: stop allo sviluppo di South Pars II gruppo francese Total ha deciso di ritirarsi da un progetto in Iran per lo sviluppo del giacimento di South Pars (gas), dopo la reimposizione delle sanzioni Usa per il programma nucleare di Teheran.

Il socio cinese Cnpc sembra pronto a subentrare.

II ritiro di Total dall’Iran era nell’aria da settimane, adesso è ufficiale: messa sotto pressione dal ripristino delle sanzioni americane contro Teheran, la compagnia francese rinuncia a partecipare allo sviluppo di South Pars, il giacimento di gas più grande del mondo. La sua quota nella Fase 11 del progetto finirà quasi certamente in mano al socio cinese Cnpc, rafforzando ulteriormente il ruolo chiave di Pechino per la sopravvivenza economica della Repubblica islamica.

Bergoglio ha bloccato le indagini sulle accuse di abusi contro il cardinale che ha contribuito alla sua nomina al conclave.

24 settembre 2018 (LifeSiteNews) – Papa Francesco ha chiesto al cardinale Gerhard Müller nel 2013 di smettere di indagare sulle accuse di abusi contro il cardinale britannico Cormac Murphy-O’Connor, secondo una fonte vaticana di alto livello che ha parlato con Marco Tossati. Murphy-O’Connor, membro della “mafia di Sankt Gallen”, ha svolto un ruolo fondamentale nel far eleggere papa Jorge Bergoglio nel 2013. Una fonte dall’Inghilterra … Continua a leggere Bergoglio ha bloccato le indagini sulle accuse di abusi contro il cardinale che ha contribuito alla sua nomina al conclave.

Il vero volto del governo cinese: la sparizione del presidente dell’Interpol e l’assenza di diritti umani.

La Repubblica Popolare Cinese, alleata politica e finanziaria del partito democratico nel mondo, ha consolidato una prassi alquanto inquietante, per silenziare personaggi ostili al grande progetto globalizzatore di matrice comunista cinese e del suo illustre grande esponente, Xi Jinping. LA PERENNE OMBRA FRANCESE L’ultimo a farne le spese è stato il presidente dell’Interpol Meng Hon-gweib, cinese ma residente a Lione. Il 29 settembre è partito … Continua a leggere Il vero volto del governo cinese: la sparizione del presidente dell’Interpol e l’assenza di diritti umani.

Il conflitto Merkel-Seehofer non è un equilibrio di poteri, ma di debolezze — Vocidallestero

Il governo tedesco è ormai dilaniato internamente dalla questione dell’immigrazione. Mentre la CSU (Seehofer) sente sul collo il fiato del partito anti-immigrazione AfD, la cancelliera Merkel non vuole spostarsi a destra, anche per non perdere l’alleato SPD. 986 altre parole via Il conflitto Merkel-Seehofer non è un equilibrio di poteri, ma di debolezze — Vocidallestero Continua a leggere Il conflitto Merkel-Seehofer non è un equilibrio di poteri, ma di debolezze — Vocidallestero

Il caso Skripal passa per Roma, attraversando le stanze in cui si lavora per scongiurare le candidature non gradite ai “fratelli”.

L’errore commesso da Londra e la fuga di Apollo da Roma. L’intelligence inglese di nuova generazione ormai opera in chiave moderna, tralasciando il rispetto delle vecchie regole e dei tradizionali protocolli che da sempre contraddistinguono il mondo diplomatico. La riattivazione di Skripal da parte dell’MI6 ha giustamente esortato il Cremlino a sua volta ad attivarsi per rammentare a Londra che sia i protocolli informali che … Continua a leggere Il caso Skripal passa per Roma, attraversando le stanze in cui si lavora per scongiurare le candidature non gradite ai “fratelli”.

Non solo Benalla: anche l’affaire Kohler imbarazza l’Eliseo.

La Procura indaga sul segretario generale e il conflitto d’interesse per gli appalti ottenuti da MSC a Le Havre. Se l’attenzione dei media si è concentrata nei mesi estivi soprattutto sul Benallagate (dal nome di Alexandre Benalla, l’ex guardia del corpo di Emmanuel Macron filmata mentre picchiava dei manifestanti durante il corteo del primo maggio, a Parigi), a minacciare l’Eliseo e poter rovinare il rientro … Continua a leggere Non solo Benalla: anche l’affaire Kohler imbarazza l’Eliseo.