L’obiettivo di Trump è quello di impedire alla Cina di utilizzare “l’opzione nucleare” per scaricare il debito degli Stati Uniti – Max Keiser

Lo strumento di ricatto del debito publico da un punto di vista analogico accomuna gli USA all’Italia: la prima impegnata ad arginare il ricatto Cinese, la seconda quello Tedesco con lo Spread e le agenzie di rating ancora in mano ai dirigenti del partito democratico americano che collaborano con i cinesi. L’esatta similitudine delle due strategie speculative indurrebbero a pensare che siano poste in atto dallo stesso centro di potere.

Il presidente Donald Trump sta tagliando le spese militari statunitensi per essere meno esposto ai tassi di interesse alle stelle che diventerebbero inevitabili quando la Cina opterà per svuotare i buoni del tesoro USA.

“Per capire le politiche commerciali degli Stati Uniti – e in particolare le politiche di Trump sulla Cina – dal punto di vista di Trump, devi pensare come Trump, quando Trump è entrato in carica, ha ereditato il più grande debito che un paese abbia mai accumulato. Ha anche ereditato un budget militare che consuma il 50% delle entrate fiscali americane di $ 1.5 trilioni. ” Secondo Keizer, dopo aver preso il timone come presidente, Donald Trump si rese conto che era fondamentale ridurre la spesa per la difesa per pareggiare l’enorme debito degli Stati Uniti. “Ha esaminato la scacchiera geo-politica e ha visto che – il basso apporto di entrate, in termini di risparmio di denaro – è l’enorme spesa militare americana in Corea del Sud”, ha affermato Keizer, sottolineando che dopo lo storico summit con il leader nordcoreano Kim Jing – un americano avrebbe iniziato a ridurre la presenza militare dalla regione.

Il presidente degli Stati Uniti sta attualmente organizzando accordi con l’Arabia Saudita e Israele, in preparazione della ritirata degli Stati Uniti dal Medio Oriente, ha aggiunto Keiser, sottolineando che Trump aveva precedentemente segnalato alla Germania che gli Stati Uniti avrebbero tagliato la sua presenza militare nella NATO lì pure.

Questa decisione è strettamente connessa ai rapporti con la Cina, e l’ ”opzione nucleare” in vista della guerra commerciale in atto ed in previsione della contromossa cinese che sta optando di scaricare i titoli del Tesoro USA per attaccare finanziariamente l’America.

Questa è la loro unica grande arma. Trump lo sa, e sta proteggendo gli Stati Uniti contro di esso “, ha detto il commentatore finanziario.

Ridimensionare il Pentagono, secondo Keizer, ridurrà il debito degli Stati Uniti, diminuendo la possibilità di un attacco finanziario cinese attraverso il dumping delle obbligazioni statunitensi.

“Riducendo il carico del debito, gli Stati Uniti diventano un obiettivo più piccolo e meno esposto ai tassi di interesse alle stelle che accompagnerebbero una vendita in massa di buoni del Tesoro multimiliardario cinese”, ha detto Keizer. “Inoltre, i debiti interni della Cina sono più difficili da tagliare senza causare un peggioramento economico generalizzato e generalizzato, dando luogo a gravi disordini sociali imprevedibili”.

Tagliare a metà il budget del Pentagono ridurrà il mercato azionario e causerà una recessione breve e marcata negli Stati Uniti.

Tuttavia, l’economia può riprendersi rapidamente se Trump “stanzia parte del dividendo destinato alla spesa per la difesa a programmi di stimolo, spingendo opportunità di credito per le piccole e medie imprese e spese per infrastrutture”. Secondo Keizer, anche il mercato azionario cinese sarà dimezzato. Tuttavia, il governo del paese, in assenza di un’economia di consumo pienamente sviluppata, dovrà “ricorrere alle sue vere e proprie politiche mercantilistiche orientando la sua strada verso la crescita ed ancorando la valuta a tassi inferiori di mercato – il che significa tenere e non vendere dollari USA.

Alla fine, Trump vince. Il tasso di crescita della Cina è fortemente ridotto (ma continua senza una rivoluzione). Il tutto a vantaggio della Germania che sarà libera di collaborare con la Russia in un mondo post-NATO, considerando anche che nel Medio Oriente, il petrolio sta finendo – quindi stanno passando al solare “, ha detto Keizer.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...