L’esercito cinese potrebbe usare un laser ad alta potenza contro i piloti nello spazio aereo di Gibuti.

La presenza militare cinese di Gibuti sta iniziando a creare problemi per l’esercito americano? Nel mese di aprile, la Federal Aviation Administration degli Stati Uniti ha riprodotto un avviso agli Airman (NOTAM) originariamente emesso dall’avvertimento militare statunitense di “eventi multiplo che coinvolgono un laser ad alta potenza” nello spazio aereo vicino alla nuova base militare cinese.

Il NOTAM ha avvertito gli aviatori di “usare estrema cautela durante il transito vicino a quest’area” e ha inoltre consigliato ai piloti di notificare i controllori del traffico aereo nell’area qualora dovessero rilevare l’utilizzo di tale tipolotia di attacco.

L’ubicazione dell’attacco laser si trova a meno di 1 km dal perimetro del nuovo impianto logistico militare cinese a Gibuti, annunciato nel 2015. La struttura è la prima base militare d’oltremare della Cina e Pechino, giustificata dai cinesi per il sostenimento di operazioni anti-pirateria nel Golfo di Aden e nell’Oceano Indiano occidentale.

_96897902_674853

Secondo un rapporto di Jane’s Defense Weekly citato dal South China Morning Post in merito all’incidente, “diverse fonti di intelligence” hanno segnalato l’uso di un’arma laser ad alta potenza dalla base cinese di Gibuti in particolare. Questi tipi di laser – a volte chiamati “dazzlers” – possono essere usati per pilotare ciechi e disabilitare anche i sistemi senza pilota.

Mentre la ricerca cinese di armi laser accecanti è nota da alcuni anni, l’Esercito popolare di liberazione non ha mai usato laser ad alta potenza contro i piloti. Nel 1998, la Cina ha ratificato il Protocollo del 1995 sulle armi laser accecanti, parte della Convenzione su alcune armi convenzionali.

La base cinese a Gibuti è a nord-ovest di Camp Lemonnier, l’unica base permanente del continente africano in Africa. Camp Lemonnier ospita 4.000 soldati statunitensi e militari e civili alleati e supporta le operazioni degli Stati Uniti nel Golfo, nell’Oceano Indiano occidentale e nel Medio Oriente. Gli Stati Uniti erano soliti azionare veicoli aerei da combattimento senza equipaggio da Gibuti, ma si fermarono nel 2013.

Gibuti ospita strutture militari per una serie di altri paesi, grazie alla sua posizione strategica all’incrocio tra il Mar Rosso e il Golfo di Aden, vicino allo stretto di Bab-el-Mandeb. Giappone e Francia mantengono le strutture lì e utilizzano l’aeroporto internazionale di Gibuti-Ambouli per avviare le operazioni. L’aeroporto è adiacente a Camp Lemonnier.

image
Gli Stati Uniti non hanno ancora commentato pubblicamente o attribuito l’uso di laser ad alta potenza alla Cina, ma l’uso di questi tipi di armi non letali da parte degli stati non è senza precedenti.

Durante la Guerra Fredda, nel 1987 ad esempio, il personale militare sovietico usò un raggio laser per colpire l’equipaggio di una costante Phoenix WC-135B. Per proteggere i piloti dall’esposizione, gli Stati Uniti Air Force e altre forze aeree usano occhiali di protezione speciale per gli occhi per difendersi dai pericoli del laser.

Fonte qui.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...